Le migliori mostre di neon art a ottobre 2020

Le migliori mostre di neon art a ottobre 2020

giovedì 01 ottobre 2020 | Arte, Eventi, News&Press
Immagine di  Le migliori mostre di neon art a ottobre 2020

Sono molte le mostre d’arte contemporanea in programma per il mese di ottobre 2020. In particolare per quanto riguarda il neon ne abbiamo scovate 12 dislocate in Italia e nel resto del mondo. Alcuni degli artisti coinvolti: Arthur Duff, Kerim Seiler, Massimo Uberti, Federica Marangoni, Daniela Corbascio, Fabrizio Dusi, Joseph Kosuth.

Articolo in costante aggiornamento, si possono suggerire altri eventi mandando una e-mail.

 

 

ITALIA - NEON ART

 

Bari (Italia) – Puglia Arte Contemporanea. Daniela Corbascio

Date: dal 10 settembre 2020 al 2 maggio 2021
Dove: Dipartimento Turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio, Fiera del Levante Pad. 107, Lungomare Starita, 70132 Bari
Costo: Ingresso gratuito

Artisti in mostra: Daniela Corbascio  (con opere al neon "Reflex"), Dario Agrimi, Giovanni Albanese, Jessica Carroll, Giulio De Mitri, Angelo Filomeno, Raffaella Formenti, Iginio Iurilli, Perino&Vele, Massimo Ruiu, Sandy Skoglund
Focus Artista: Uno dei tratti distintivi della poetica di Daniela Corbascio è quello di utilizzare la luce al neon, a volte sovrapposta ad altri materiali che fanno da supporto e che provengono tanto dal repertorio del suo vissuto più intimo quanto da simbologie e immagini della memoria collettiva. L’opera Reflex, realizzata per la Fondazione Pino Pascali nel 2010, ha come soggetto il fregio del bassorilievo in pietra che sovrasta il portale della Chiesa del Purgatorio (o di San Martino) che si trova nel Centro Storico di Polignano a Mare. Una fila ripetuta di ossa incrociate, teschi e una clessidra – immagini del tempo che passa – sono un’iconografia antica che l’artista ridisegna in chiave contemporanea.

Mostra/Installazione: la mostra mette in relazione undici opere di undici artisti provenienti dalla collezione della Fondazione Pino Pascali e che hanno esposto, in varie occasioni e progetti, presso il museo. Il dialogo tra le opere avviene all’interno del nascente PACT, un percorso etereo dall’architettura vitrea e leggera che diventa uno scrigno contenitore ridisegnando alcune aree tematiche, tra loro interconnesse: scultura, elementi della natura, segni apotropaici, bestiarium.

 
Credit foto: Francesco Perla

 

Brescia (Italia) – Meccaniche Della Meraviglia. Origo di Arthur Duff

Date: 12 settembre  – 11 ottobre 2020
Dove: Museo Diocesano di Brescia
Link: facebook Meccaniche della Meraviglia

Artista: Arthur Duff nasce a Wiesbaden nel 1973, si sposta spesso, vivendo negli Stati Uniti, Korea, Germania, Giappone e Italia. Vive e lavora a Vicenza. È presente come artista visivo nella scena dell’arte contemporanea Italiana da diverso tempo.
Ha realizzato molti lavori recenti di scala urbana ed è stato docente all’accademia di Belle Arti di Venezia e Perugia. È attualmente docente per la Boston University e per l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia.

Mostra: La quattordicesima edizione di Meccaniche della Meraviglia, manifestazione culturale con la regia di Albano Morandi, coinvolge sette artisti di fama nazionale ed internazionale, chiamandoli a intervenire con installazioni e opere site-specific in diversi spazi della città di Brescia e del comune di Puegnago del Garda.
Giulio De Mitri, Arthur Duff e Filippo Centenari, a ciascuno dei quali è affidata una sala che affaccia sul chiostro del Museo Diocesano di Brescia: la luce, nelle sue declinazioni di visualizzazione, decontestualizzazione, intervento e ridisegno dell’ambiente.

Opere al neon (Arthur Duff): in Glowing Loss: la pietra lavica forgiata dal fuoco della natura si confronta con la parola scritta dalla scienza dell’uomo; mentre in Bodies without Points of View la frase, in luce al neon bianca, scendendo nello spazi verticalmente, chiede ai visitatori di muoversi e perdere così la relazione abituale tra opera, ambiente e propria presenza.
 

 
Glowing loss, 2016
Pietra lavica, tubo al neon, cavo elettrico, trasformatore, barra esagonale in acciaio inox
270 x 80 x 75 cm, dettaglio. Courtesy Michele Alberto Sereni

 

Mantova (Italia) - Biennale Light Art

Date: 26 settembre – 21 dicembre 2020
Dove: Casa del Mantegna e Tempio di San Sebastiano. Mantova
Costo: ingresso libero
Link: Biennale Light Art.it

Artisti Light Art: Peter Assmann, Carlo Bernardini, Nicola Boccini, Davide Coltro, Paolo Conti, Giuliana Cunéaz, Davide Dall’Osso, Giulio De Mitri, Mario De Leo, Nicola Evangelisti, Elia Festa, Giovanna Fra, Silvia Guberti, Margareta Hesse, Oki Izumi, Marco Lodola, Fardy Maes, Federica Marangoni, Max Marra, Mary Mutt, Pietro Pirelli, Francesca Romano, Giuseppe Rosini, Donatella Schilirò, Paolo Scirpa

Artisti Black Light: Mario Agrifoglio, Nino Alfieri, Carlo Bernardini, Leonilde Carabba, Giulio De Mitri, Nicola Evangelisti, Maria Cristiana Fioretti, Massimo Hachen, Federica Marangoni, Vincenzo Marsiglia, Yari Miele, Sebastiano Romano, Claudio Sek De L

Mostra: Il tema della Biennale Light Art 2020 è ‘Elogio della luce tra destrutturazione e ricostruzione degli spazi’. L’obiettivo è quello di stabilire un confronto tra le opere degli artisti e gli spazi interni ed esterni della Casa del Mantegna e del Tempio di San Sebastiano di Leon Battista Alberti.

 
Artisti: Daniela Schilirò e Paolo Scirpa

 

Ravenna, Bagnacavallo (Italia) - Insieme al mondo piangere, ridere, vivere. Fabrizio Dusi

Date: 20 settembre - 15 novembre 2020
Dove: Museo Civico delle Cappuccine, Bagnocavallo, Ravenna
Link: Museo Civico delle Cappuccine – Fabrizio Dusi

Artista: Fabrizio Dusi è un autore contemporaneo riconosciuto nel panorama nazionale, che ha negli anni lavorato su tematiche legate alla storia collettiva e alla contingenza, dalla Shoah ai migranti, toccando sfumature esistenziali affidate ai versi di grandi scrittori del Novecento, come Vittorio Sereni, Antonia Pozzi, Primo Levi, e anche ai racconti di Liliana Segre.
Fabrizio Dusi è artista, pittore e ceramista, che spazia da anni fra vari linguaggi, dalla scultura alle installazioni al neon.

Mostra: All'indomani dell'emergenza sanitaria, il progetto artistico curato da Diego Galizzi e Chiara Gatti riporterà l'arte alla sua originaria funzione sociale e pedagogica. Arte come riflesso di un pensiero condiviso. Arte come fonte di stimoli, domande, riflessioni universali. Arte come messaggio e militanza, ma anche arte come presagio e sintonia con la storia.
Oltre all'installazione pubblica che resterà poi patrimonio della città, il percorso al Museo Civico delle Cappuccine prevede svariati neon (fra cui una grande sagoma luminosa dell'Italia) realizzati ad hoc per la mostra, dedicati in questo caso alle geografie toccate dal virus e allontanate fra loro da una politica di frontiere chiuse, si alterneranno a una sequenza di dipinti su coperte isotermiche (allusione al tema degli esuli e dei migranti), con le regioni italiane unite da una sorte globale, pur nel dramma dell'isolamento.


Museo Civico delle Cappuccine - Insieme al mondo piangere, ridere, vivere. Fabrizio Dusi

Venezia (Italia) – Unbreakable: Women in glass. Federica Marangoni

Date: 5 Settembre 2020 – 7 gennaio 2021
Orario: 10-13 e 15-17
Dove: Fondazione Berengo Art Space, Campiello Della Pescheria, Fondamenta dei Vetrai, Murano (VE)
Costo: entrata gratuita
Link: Fondazione Berengo

Artisti: presenti oltre 60 artiste contemporanee. Tra queste, Federica Marangoni, la prima a tornare a lavorare presso Berengo studio dopo il lockdown, con una nuova opera al neon “Work Monument to the Female Job”

Mostra: "Unbreakable: Women in Glass" è la celebrazione delle numerose artiste donne con cui Berengo Studio ha collaborato durante i suoi 30 anni di storia. Nonostante l'arte del vetro sia stata dominata dagli uomini per molto tempo nella storia, sempre più donne si sono misurate con le infinite possibilità creative di questo materiale. Sono proprio le artiste donne che sperimentano tecniche innovative e cercano di ridefinire i limiti legati alla lavorazione del vetro. In un momento storico in cui le artiste donne, nonostante i progressi raggiunti negli ultimi anni, continuano a lottare per un loro pieno riconoscimento, Berengo Studio intende onorare con questa mostra il loro spirito "indistruttibile".


Federica Marangoni "Work Monument to the Female Job"

 

 

GERMANIA - NEON ART

 

Berlino (Germania) - Kerim Seiler

Quando: a partire da giugno 2020
Dove: Kink Bar & Restaurant, Schönhauser Allee 176, Berlino
Link: www.kink-berlin.de

Artista: Neon: Kerim Seiler, Interni: Oliver Mansaray and Daniel Scheppan (proprietari)
Kerim Seiler (nato nel 1974, Berna, Svizzera) ha sviluppato un approccio scultoreo e filosofico complesso nel lavorare con lo spazio. Dalle sculture colorate e gonfiabili delle molecole, alle installazioni permanenti di luci al neon e alle opere architettoniche performative, il linguaggio visivo di Seiler fonde complesse teorie di positivismo e metafisica.

Location: Il KINK Bar & Restaurant, con laboratorio culinario interno, apre in un edificio industriale restaurato, annidato nel centro socioculturale Pfefferberg, che ospita varie gallerie, studi di artisti ed eventi. Sostenendo un dialogo costante con l'arte e il design contemporanei, l'ampia sala viene interpretata attraverso una selezione di installazioni e opere contemporanee. Al suo interno, sospeso dall’alto soffitto  un'opera site specific, dell’artista svizzero Kerim Seiler, composta da oltre 100 metri di tubi al neon rossi. Ripensando il vuoto "come sua tela", l'artista trasforma quello che sembra essere un nodo contorto bidimensionale in una scultura multidimensionale che abbraccia lo spazio.

 
Kink Bar, Germany

 

 

INGHILTERRA - NEON ART

Londra (Regno Unito) – Bruce Nauman Exhibition

Quando: 7 ottobre 2020 – 21 febbraio 2021
Dove: Tate Britain, Londra
Costo: 13£ - gratis per i membri
Link: Tate.org – Bruce Nauman

Artista: Bruce Nauman è uno dei più innovative e influenti artisti del ventesimo e ventunesimo secolo. I suoi lavori comprendono opera al neon, sculture, suoni e film. Dagli anni ’60 ha continuamente testato e reinventato l’arte rimodellando forme tradizionali e creandone di nuove.

Mostra: attraverso oltre 40 opere, la mostra esplora i temi distintivi che hanno preoccupato Nauman durante i suoi 50 anni di straordinaria carriera. Sviluppandosi attraverso una sequenza di installazioni coinvolgenti che puntano al coinvolgimento degli spettatori. La mostra metterà in luce come le opere di Nauman contrastano la gratificazione immediata delle informazioni della cultura dell'intrattenimento l giorno d’oggi.


Bruce Nauman. One Hundred Live and Die 1984. Neon tubing with clear glass tubing on metal monolith (299.7 x 335.9 x 53.3).
Collection Benesse Holdings, Inc./Benesse House Museum, Naoshima

© Bruce Nauman / ARS, NY and DACS, London 2020, Courtesy Sperone Westwater, New York  

 

POLONIA - NEON ART

Varsavia (Polonia) – Il museo del Neon

Dove: Neon Muzeum – Building 55, Soho Factory, Ul. Mińska 25, Varsavia (Polonia)
Link: Neon MuzeumIstruzioni covid

Mostra: il museo è dedicato alla documentazione e archivio di insegne a neon del periodo della guerra fredda. La collezione permanente comprende centinaia di opere al neon. Il Neon Muzeum ha in corso anche una campagna volta a proteggere e conservare le ultime importanti insegne nel loro ambiente urgano originale.


Foto su concessione del Neon Muzeum di Varsavia


 

STATI UNITI - NEON ART

 

Glendale  – MONA (Museum of Neon Art)

Dove: tour all’aperto per Echo Park, West Hollywood, East Hollywood, Koreatown e Glendale (Los Angeles)
Costo: contenuti online gratuiti
Link: MONA

Info: il Museum of Neon Art (MONA) ha raggiunto il sesto mese di chiusura al pubblico, nel frattempo ha continuato fornire al pubblico un modo per connettersi alla collezione del museo e la città di Los Angeles, attraverso contenuti gratuiti disponibili sul loro sito web e social media.

Nella scheda "learn" del sito web sono disponibili gratuitamente i “light walks”, cioè dei tour autoguidati per visitare specifiche installazioni al neon: Echo Park, West Hollywood, East Hollywood, Koreatown e Glendale. Le luci al neon di questi quartieri si intrecciano attraverso i racconti della prima Hollywood, della storia del rock n'roll, della corruzione della polizia e tanto altro, mentre indicano anche la strada con luci lampeggianti verso appetitosi locali d’asporto e modi per sostenere le attività locali.


Kayla Graffam - Untitled Mood #7 

 

Las Vegas - The Neon Museum

Dove: 770 Las Vegas Boulevard North
Link: https://www.neonmuseum.org/

Museo: Il Neon Museum è un'organizzazione no profit dedicata alla raccolta, alla conservazione, allo studio e all'esposizione delle insegne iconiche di Las Vegas con scopo educativo, storico, artistico e culturale. Il Neon Museum ospita uno spazio espositivo diviso in più aree: Neon Boneyard all’aperto e poi la Galleria del Nord, sede del coinvolgente spettacolo audiovisivo "Brilliant!" che utilizza i progressi della tecnologia per illuminare più di 40 insegne non più funzionanti.

Tour digitale: il 360 Virtual Tour viene lanciato come un’esperienza serale quando le insegne al neon sono illuminate. Una volta che gli ospiti entrano nel museo attraverso questo tour online, un video di benvenuto fornisce dettagli e istruzioni su come navigare al Neon Boneyard. L’idea è nata con le limitazioni di viaggio e le regole di distanziamento sociale; permette di godere di una visita immersiva al Museo del Neon di Las Vegas che, con tutto il suo design e la sua storia di insegne spettacolari, è un diversivo divertente ed educativo per persone di tutte le età, e soprattutto fruibile anche da chi è distante.

 
Il museo del neon di Las Vegas

 

 

New York – Existential Time. Joseph Kosuth

Quando: 10 settembre – 24 ottobre 2020
Dove: Sean Kelly Gallery, New York
Link: kny.com

Artista: Joseph Kosuth, uno dei pionieri dell'arte concettuale e delle installazioni artistiche, ha avviato lavori basati sul linguaggio e strategie di appropriazione dagli anni '60. Il suo lavoro ha costantemente esplorato la produzione, il ruolo del linguaggio e il significato all'interno dell'arte.

Mostra: Joseph Kosuth ha sviluppato una serie di installazioni che affrontano il problema del tempo e dell'esistenza, sottolineando la mancanza, i limiti e l'abbondanza di significato che circonda l'esperienza dell'essere in tempo, nel passato e nel presente.
La mostra sarebbe dovuta partire a marzo, prima dell’arrivo della pandemia. Negli ultimi sei mesi, il tempo – per come lo viviamo e come lo percepiamo - è cambiato irrevocabilmente per ognuno di noi, rendendo ancora questa mostra ancora più appropriata e toccante.


Installation view of Joseph Kosuth: 'Existential Time' at Sean Kelly, New York
Photography: Jason Wyche, New York. Courtesy: Sean Kelly, New York

 

San Francisco – Neon speaks

Date: 3-4 ottobre 2020
Dove: San Francisco (US) – online!
Link: SF Neon

Tour Online: Si tratta di una celebrazione e un’indagine incentrata sulla neon art, sul neon design e sulle insegne al neon vintage. Queste vibranti creazioni al neon si sono evolute dalla pubblicità ai punti di riferimento artistici e culturali della città.
Cosa aspettarsi: un festival virtuale con conferenze, proiezioni, demo e tour di relatori e artisti che condividono tecniche, storia, approfondimenti, oltre che immagini straordinarie.

 

 


 

LINK UTILI