Dicembre 2021: calendario di neonart

Dicembre 2021: calendario di neonart

mercoledì 01 dicembre 2021 | Arte, Eventi, Blog, News&Press
Immagine di  Dicembre 2021: calendario di neonart

Non hai ancora programmato i tuoi weekend e le ferie invernali 2021-2022? Oppure sai dove andrai ma non cosa farai?
Abbiamo preparato per te una lista di mostre e installazioni d’arte contemporanea che non puoi assolutamente perdere!
​Seguono tutte le date e location degli eventi del mese di Dicembre 2021.

 

NEON ART IN ITALIA

 

Arezzo - "Mehr licht". Casa Masaccio

Dove: Casa Masaccio, San Giovanni Valdarno (AR)
Quando: 30 ottobre - 12 dicembre 2021
Link: http://www.casamasaccio.it/mehr-licht-piu-luce/

Artisti: Alberto Garutti (Galbiate, Lecco, 1948), Alfredo Jaar (Santiago del Cile, CL, 1956), Ann Veronica Janssens (Folkestone, UK, 1956), Joseph Kosuth (Toledo, USA, 1945), Daniele Milvio (Genova, 1988), Kaspar Müller (Schaffhausen, CH, 1983), Michel Verjux (Chalon-sur-Saône, FR, 1956.

Mostra: Il concetto di luce è stato un elemento fondante della storia dell’arte, oltre che un mezzo imprescindibile per la visione e per la trasmissione dei colori nello spazio e a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso, è diventato parte integrante del linguaggio espressivo dell’arte. Il viaggio della luce ha sorgenti molto remote, ha attraversato il mito e la metafisica, la teologia e l’arte, giungendo secolarizzata nel nostro quotidiano, intrappolata nel nostro controllo e nella nostra operatività. Diventando materia dei nostri oggetti e oggetto del nostro lavoro, essa chiede una diversa percezione del mondo, un diverso portamento del corpo, un confine molto più liquido tra interno ed esterno.

 


Alfredo Jaar: Abbiamo amato tanto la rivoluzione, 2013
Courtesy l’artista e Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli  - Photo: © Ela Bialkowska, OKNOstudio Courtesy Casa Masaccio Centro per l’Arte Contemporanea

 

Brescia - Le stanze del contemporaneo

Dove: Palazzo Martinengo Cesaresco, Brescia
Quando: 26 novembre - 19 dicembre 2021
Orario: inaugurazione 26 novembre, dalle 17:00 alle 20:00
Costo: Entrata gratuita
Link: https://www.premionocivelli.it

Mostra: Mostra dedicata ai vincitori della XIII edizione del Premio Nocivelli e presentazione del catalogo del XIII Premio Nocivelli.
Opere al neon di Daniele Zoico: "Nobili Soluzioni", "Al Centro del Labirinto"

Artista: Daniele Zoico (Venezia, 1985), curatore di "Helicotrema. Festival dell'audio registrato", co-fondatore del collettivo Blauer Hase .


Nobili Soluzioni (2020-2021). neon in vetro di Murano soffiato, cavi, trasformatore F/ART, pannello in plexiglass. Foto: DANTO Production

 

Cuneo – Flat Earth Visa. Paul Kneale

Dove: Parco d'arte Sandretto Re Rebaudengo" (Collina di San Licerio a Guarene, CN)
Quando: 8-22 tutti i giorni (opera permanente)
Costo: entrata gratuita
Link: https://www.parcoarte.fsrr.org/

Artista: Nato nel 1986 in Canada, Paul Kneale ha ricevuto il suo MFA dalla Slade School of Fine Art (Londra) nel 2011 e lavora a stretto contatto con ARTUNER dal 2015. Alcune opere di Kneale sono state incluse nella mostra Peindre la Nuit al Centre Pompidou Metz (ottobre 2018), alla mostra al Forum di fotografia contemporanea del Boca Raton Museum (Florida, USA), alla Biennale Internazionale di Arte Giovane di Mosca, alla Collezione della Famiglia Rubell e presso i prestigiosi Thetis Gardens nell'Arsenale Novissimo (Venezia), in una mostra collettiva in mostra durante la 57° Biennale di Venezia. Nell'autunno 2019 ha presentato Flat Earth Visa, un'installazione site-specific per il paesaggio collinare che circonda il Palazzo Re Rebaudengo a Guarene (Piemonte, Italia). Paul Kneale ora vive e lavora a Toronto.

Mostra: Flat Earth Visa è un’installazione site-specific, concepita appositamente per la collina di San Licerio. È l’opera che ha inaugurato il Parco d’arte Sandretto Re Rebaudengo nel settembre 2019. È composta da due sculture: tre antenne paraboliche rivolte verso il cielo e una serie recinzioni fuse in acciaio, realizzate a partire da una serie di fotografie che l’artista canadese ha scattato con l’iPhone, in giro per il mondo. Le immagini, convertite in file CNC, sono state successivamente prodotte attraverso un processo industriale di lavorazione dell’acciaio.
In questi due lavori, l’artista traduce i processi digitali in oggetti scultorei: nel primo ha creato una forma che richiama i tragitti tra i satelliti e le stazioni a terra delle telecomunicazioni; nel secondo ha trasformato in presenze concrete le immagini digitali dei tanti steccati che, a ogni angolo del pianeta, spartiscono i territori. Queste sculture, che nella notte si illuminano di rosso, forniscono gli spunti per riflettere sui flussi della comunicazione digitale e senza limiti di Internet in un mondo fatto di muri reali e confini immaginari.

Installazioni neon rosso di Paul Kneale
Flat Earth Visa, 2019 . Acciaio, tubi al neon, reti metalliche. Foto di Paolo Formica
Installazioni al neon, 300 cm ø; h. 300, 330, 370 cm; reti metalliche: 1) 300 x 284 x 1 cm; 2) 300 x 344.5 x 1 cm;  3) 300 x 231 x 1 cm

 

 

Milano - New Times for Other Ideas / New Ideas for Other Times. Maurizio Nannucci

 

Dove: Parco di CityLife, Piazza Elsa Morante, Milano
Link: Artline – Maurizio Nannucci

Artista: Maurizio Nannucci (Firenze, 1939) vive in Italia e nel sud Baden. Inizia la sua attività artistica a partire dalla metà degli anni Sessanta lavorando sulle relazioni tra immagini visive e il linguaggio attraverso l’utilizzo di numerosi media tra cui la fotografia, il video, il libro d’artista, le installazioni, la performance, la sperimentazione sonora e teatrale. A partire dal 1967 Nannucci comincia a produrre le sue prime opere realizzate con i neon, che costituiscono uno dei nuclei più importanti della sua produzione, in cui si intrecciano aspetti legati all’arte concettuale con una dimensione più poetica e dialogante con lo spettatore. Costruiti spesso come installazioni di grande formato questa tipologia di opere vengono realizzate dall’artista in stretta relazione con lo spazio architettonico.

Installazione: L’opera “New Times for Other Ideas / New Ideas for Other Times” è una doppia scritta realizzata con tubi al neon blu e rosso che l’artista ha ideato per essere posizionata sulla facciata del Padiglione 3, un edificio costruito nel 1923 dall’architetto Paolo Vietti Violi che rimane l’unico padiglione superstite della struttura espositiva della sede storica della Fiera di Milano. Seguendo uno schema più volte proposto dall’artista, lo spettatore (o più semplicemente il passante) si trova di fronte a due frasi quasi speculari che stimolano una nuova interpretazione del contesto spaziale e invitano a riflettere sull’idea di nuovo, sullo scorrere del tempo e sulle contaminazioni che tali concetti generano. In un luogo, CityLife, in cui gli interventi urbanistici e architettonici sono stati così radicali da aver modificato lo skyline della città e, di conseguenza, la vita quotidiana del quartiere, l’artista prova a stimolare una riflessione proprio sulle influenze che tali cambiamenti hanno sulla nostra vita e persino sul nostro modo di pensare o di concepire la stessa realtà. Tali ragionamenti sono rafforzati dal fatto che l’installazione si trova proprio sopra un edificio simbolico, una delle poche tracce che ci rammentano il passato e che ricopre anche la funzione di testimonianza vivente della precedente identità di quel luogo.

Maurizio Nannucci: opera al neon blu a Milano
Maurizio Nannucci, “New Times for Other Ideas _ New Ideas for Other Times”, 2020, courtesy ArtLine Milano. Foto di Alberto Fanelli 4 

 

 

Napoli - Inspirational: the influence of place

Dove: Hercolanense Museum presso Reggia di Portici
Quando: 1 Dicembre 2021 - 13 Marzo 2022
Orario: dal martedì al sabato 9:30 - 19:00, domenica 10:00 - 19:00, con ultimo ingresso alle 17:30. Lunedì chiuso.
Link: https://www.art1307.com/

Artisti: Kelly Berg, Laddie J. Dill, Ned Evans, Justin Garcia, Shane Guffogg, Miguel Osuna, Todd Williamson

Mostra: In occasione delle celebrazioni per i 225 anni dall’istituzione della sede diplomatica statunitense a Napoli, una delle sedi diplomatiche americane più antiche del mondo, Art1307 Istituzione Culturale, il Centro MUSA di Portici (Università degli Studi Federico II di Napoli) presentano la mostra: “Inspirational the influence of place” con il supporto del Consolato Generale degli Stati Uniti con la partecipazione di 7 artisti visivi americani contemporanei. Questi ultimi si sono ispirati nelle loro opere, create per l’occasione, alla letteratura di scrittori americani del passato che parteciparono al Gran Tour in Campania. Una unione di letteratura antica e arti visive contemporanee che suggella non solo una interconnessione prolifica tra le arti, ma anche quell’unione tra culture che costituisce il perno della Missione diplomatica degli Stati Uniti in Italia.

F/ART in particolare supporta la realizzazione tecnica dell'opera al neon dell'artista californiano Laddie John Dill.

 

 

 

Torino – Luci d’Artista

Date: 29 ottobre 2021 - 9 gennaio 2022
Dove: territorio urbano della città di Torino
Link: http://www.contemporarytorinopiemonte.it/luci-dartista-2021/

Lista artisti con opera al neon:

  • Il volo dei numeri - Mario MERZ
  • Doppio passaggio (Torino) - Joseph KOSUTH
  • L'amore non fa rumore - Luca PANNOLI
  • Illuminated Benches - Jeppe HEIN
  • Amare le differenze - Michelangelo PISTOLETTO
  • Piccoli Spiriti Blu - Rebecca HORN
  • Cultura=Capitale - Alfredo JAAR  

Evento:
Luci d'Artista è un evento artistico culturale nato nel 1998 che si è trasformata da subito in importante ed innovativo evento culturale con valenza turistica e di promozione internazionale della città, ma anche come un importante servizio implicito di educazione culturale dei cittadini, un'occasione per apprezzare l'arte in luoghi aperti al pubblico e frequentati da cittadini e turisti. Nel processo creativo delle opere confluiscono creatività, conoscenze tecnologiche e dei materiali, competenze di fisica e ingegneria. Il medium della luce negli spazi pubblici favorisce l'incontro tra il vasto pubblico e alcune significative espressioni della sensibilità artistica contemporanea.

Di anno in anno le opere temporanee vengono collocate in luoghi diversi e significativi del territorio urbano, con l'obiettivo di valorizzarle e di creare attesa e curiosità nel pubblico.
Luci d'Artista © è un marchio registrato presso la Camera di Commercio di Torino di proprietà della Città di Torino. 


Mario Merz_Il volo dei numeri - ©Luci d’Artista - Città di Torino - foto di Max Chicco

 

 

NEON ART IN POLONIA

 

Polonia - Mural-neon “Krzysztof Komeda”

 

Quando: Permanente
Dove: Ul. Kolejowa 47, Ostrów Wielkopolski (Polonia)
Link: Behance

Artista: Konrad “Mucha” Moszyński è laureato all'Università delle Arti di Poznań e ora gestisce il suo studio di design muchaDSGN dal 2012, realizzando creazioni artistiche per clienti provenienti da Polonia, Germania, Gran Bretagna, USA, Hong Kong e Thailandia

Installazione: In occasione del 90° anniversario della nascita di Krzysztof Komeda Trzciński, con l'accompagnamento musicale di Maciej Balcar e Mateusz Fidyk, l'illuminazione al neon ha dato al murale un nuovo volto notturno. Questa installazione ha lo scopo di ricordarci l'eccezionale pianista e compositore.


Mural-neon „Krzysztof Komeda” 2021 Konrad „Mucha” Moszyński (muchaDSGN) Photo Tomasz Wojciechowski 2
Neon: ArNeon-Jacek Zamojski / Transformers: F/ART

 

Varsavia (Polonia) – Il museo del Neon


Dove: Neon Muzeum – Building 55, Soho Factory, Ul. Mińska 25, Varsavia (Polonia)
Link: Neon MuzeumIstruzioni covid

Mostra: il museo è dedicato alla documentazione e archivio di insegne a neon del periodo della guerra fredda. La collezione permanente comprende centinaia di opere al neon. Il Neon Muzeum ha in corso anche una campagna volta a proteggere e conservare le ultime importanti insegne nel loro ambiente urgano originale.


© Copyright Neon Muzeum

 

NEON ART IN SCOZIA

Glasgow - Indestructible language. Mary Ellen Carrol

Dove: The Schoolhouse, Glasgow
Quando: 30 ottobre 2021 – 31 gennaio 2022
Link: MECARROL.COM

Artista: Mary Ellen Carroll (MEC studios) vive e lavora a New York City. Il lavoro di Carroll riguarda principalmente l’arte concettuale, l’attivismo sociale, la legislazione urbana e i processi economici; punta inoltre a rendere visibili i punti ciechi della politica.
Il lavoro di Mary Ellen Carroll è stato esposto in numerose istituzioni e gallerie statunitensi e internazionali, tra cui il Whitney (New York), la Fondazione Generali (Vienna), il Museo Johann Jacobs (Zurigo), il Museo Busan (Sud Corea), la Renaissance Society (Chicago), ICA (Londra), Museum für Völkerkunde (Monaco) e il MOMUK (Vienna).

Opera: “Indestructible language” è un’enorme scritta al neon, alta tre metri e realizzata in vetro senza piombo e alimentata da energie 100% rinnovabili (con anche trasformatori F/ART).
La frase “IT IS GREEN THINKS NATURE EVEN IN THE DARK” è posizionata sul tetto di The Schoolhouse, uno storico edificio vittoriano nel centro di Glasgow, visibile dal COP 26 e la M8, l'autostrada più trafficata della Scozia. In questa posizione, l’opera al neon è vista da milioni di persone.
L’intento dell’artista è sfidare gli spettatori a riflettere sulle numerose letture dell’opera e di conseguenza sulle proprie azioni in materia di cambiamento climatico.


indestructible-language-©2021-Mary-Ellen-Carroll-MEC-Studios-photo-by Dougie-Lindsay-COP-26IT IS GREEN THINKS NATURE EVEN IN THE DARK 


NEON ART NEGLI STATI UNITI

  

Chicago - Neon and Light Museum

Orari: giovedì e venerdì 16-22; Sabato 11-22; Domenica 11-18
Dove: 325 West Huron Street, Chicago, IL
Costo: a partire da $40.00
Link: www.neonandlightmuseum.com

Artisti: John E. Bannon (Chicago, IL), Sarah Blood (UK), Annica Cuppetelli + Cristobal Mendoza (Detroit, MI), Jacob Fishman (Chicago), Gary Justis (Bloomington, IL), Helen Lee (San Francisco, CA), John Lennon, Zoelle Nagib (Chicago), Jason Pickleman (Chicago), Michael Young, Monika Wulfers (Chicago), plus special guests

Museo: The Neon and Light Museum è un ampliamento della mostra On Neon presentata a Chicago nel 2020 dalla Ken Saunders Gallery, che dal 1995 espone gli artisti più importanti e innovativi che lavorano con il vetro nel mondo.


Monika Wulfers installation - 2019

 

Glendale  – MONA (Museum of Neon Art). 40 Years of Light: Works From The Collection and Collective

 

Dove: Museo del Neon di Glendale
Orario: venerdì e sabato dalle 12 alle 19, domenica dalle 12 alle 17
Link: MONA

Artisti: Brian Coleman, Candice Gawne, Cork Marcheschi, Craig Kraft, David Otis Johnson, David Svenson, Eric Zimmerman, Kunio Ohashi, Linda Sue Price, Maurice Gray, Michael Flechtner, Ray Howlett, Stephen Antonakos, Tsai Ten-Chin, Wayne Strattman and William Shipman.

Mostra: La mostra “40 Years Of Light: Works From The MONA Collection & Collective” presenta 16 artisti che creano opere scultoree, cinetiche e atmosferiche che coinvolgono la luce. Negli ultimi 40 anni, il Museo della Neon Art è stato un rifugio per artisti che apprezzavano gli approcci sperimentali verso opere d'arte luminose, elettriche e cinetiche. La mostra condivide il riemergere dell'arte al neon degli anni '70 e il ruolo degli artisti (che hanno esposto al MONA) hanno giocato. Illustra inoltre l'eredità dinamica e variegata del neon, nonché i modi in cui il Museum of Neon Art rappresenta una somma dei contributi della sua comunità.

Altre attività: corsi di soffiatura del neon, visite guidate al museo e tour a piedi dei quartieri locali (rispettando il distanziamento). Stanno anche continuando la serie di conferenze virtuali - "Out of the Fire: Artist Talks" disponibili gratuitamente su prenotazione.

Il museo: Il Museum of Neon Art incoraggia l'apprendimento, la curiosità e l'espressione attraverso la conservazione, la raccolta e l'interpretazione dell'arte neon, elettrica e cinetica. Il neon è una porta tra i principi scientifici e l'espressione artistica. L'illuminazione al neon integra tecnologia elettrica, design creativo e concetti fondamentali di fisica e chimica. Il Museum of Neon Art è l'unico museo al mondo dedicato esclusivamente all'arte nei media elettrici, che espone opere d'arte elettrica e cinetica ed eccezionali esempi di insegne al neon storiche, da oltre tre decenni.


Stephen Antonakos, Untitled

 

 

Philadelphia - Museo del neon “Philadelphia: City of Breweries”

 

Dove: Neon Museum of Philadelphia, 1800 N American St, Unit E, Philadelphia, PA 19122
Link: Neon Museum Philadelphia
Biglietti: 10$ adulti, i ragazzi di 7-12 anni entrano gratuitamente

Museo: Il Museo del Neon di Philadelphia è dedicato alla conservazione delle insegne storiche come elemento importante del patrimonio comunitario di Philadelphia. Il Museo promuove anche la neon art e le tipiche insegne sul ciglio della strada americana del XX secolo. Si tratta di un museo di arte e storia americano travestito da museo del neon. La collezione del Museo contiene oltre 150 pezzi, da grandi insegne commerciali animate a opere d'arte uniche.

 

 

Las Vegas - The Neon Museum

 

Dove: 770 Las Vegas Boulevard North
Link: https://www.neonmuseum.org/
Orari: dalle 15 alle 23, richiesta prenotazione

Attività a distanza: tour 360, simile ai tour di google maps, ma all’interno del museo del neon di Las Vegas!

Museo: Il Neon Museum è un'organizzazione no profit dedicata alla raccolta, alla conservazione, allo studio e all'esposizione delle insegne iconiche di Las Vegas con scopo educativo, storico, artistico e culturale. Il Neon Museum ospita uno spazio espositivo diviso in più aree: Neon Boneyard all’aperto e poi la Galleria del Nord, sede del coinvolgente spettacolo audiovisivo "Brilliant!" che utilizza i progressi della tecnologia per illuminare più di 40 insegne non più funzionanti.


Neon Museum Las Vegas

 


 

Vuoi portare alla nostra attenzione un’opera d’arte a neon? Scrivici attraverso il nostro modulo di contatto!